I NOSTRI PROGETTI

ca52e7_411354045b4541fdaea0c8bda36870ec_mv2.webp

Laboratori di ciclofficina e sartoria per potenziare abilità e competenze utili al reinserimento scolastico di giovani 

dimicome2.jpg

Promozione dell’integrazione economica di migranti per massimizzare l’impatto positivo sulla competitività aziendale    

Diversity Management e Integrazione

WhatsApp Image 2022-05-10 at 17.45.35.jpeg

Startup agro-alimentare studiata per aderire a zone specifiche del continente africane e porre le basi di una nuova economia

Progetto Buslin

ca52e7_2d138426e2d14cad8c5e9903f9dfb1b1_mv2.webp

Spazi di aggregazione per promuovere l'educazione dei più piccoli e l'autonomia delle comunità locali

Centro socio-educativo di Kananga

Libano_IMG_3920.jpg

Modelli di apprendimento e corsi formativi per operatori socio-umanitari in zone di conflitto e situazioni di vulnerabilità

Tutori di resilienza

WhatsApp Image 2022-05-18 at 15.08.31.jpeg

Per sostenere giovani studenti e diplomati nell'avviamento di attività generatrici di reddito nel Nord del Camerun

Scuola agricola-familiare di Badjouma

La resilienza al centro

"Il potere della vita è così grande che, come un enorme torrente, riprende l'avvio dopo un avvenimento sconvolgente sotto nuove forme"
Cyrulnik, 2008

​Crediamo che, in situazioni di difficoltà, le persone trovino la forza di risollevarsi, facendo appello alle proprie risorse interne ed esterne. Questa capacità prende il nome di resilienza.

Utilizzato in origine nel campo della fisica per descrivere la resistenza dei materiali agli urti, il termine resilienza in ambito psicosociale rappresenta la capacità di adattarsi e di riprendere il cammino in circostanze avverse. Le avversità a cui ci si riferisce possono assumere diverse forme, fisiche o morali: la morte di una persona cara, la malattia, il discongiungimento familiare, la perdita della casa, l'abbandono del proprio Paese, disastri naturali, condizioni di estrema povertà o vulnerabilità. 

L’inerente capacità umana di superare le avversità può avvalersi, nella sua riuscita, del supporto di “tutori di resilienza” nonché di luoghi simbolici di affetto, di attività e di occasioni di dialogo che permettano alle persone di riprendere in mano la propria vita con il coraggio necessario per guardare al futuro.

Tramite corsi di formazione e laboratori studiati dal RIRES, Unità di Ricerca sulla Resilienza dell'Università Cattolica, agiamo affinché le persone sappiano fare appello alla propria capacità di resilienza, per trasformare il dolore in un nuovo punto di partenza.